Cabina armadio – Arredamento Mantova – Binarreda

GIALLO E GRIGIO: i colori Pantone 2021

Per il 2021 i colori scelti sono due.

Pantone 17-0647 Illuminating, un giallo carico e vibrante e Pantone 17-5104 Ultimate Gray, un grigio neutrale.

Il Pantone Institute ha definito questa accoppiata “un matrimonio di ottimismo e forza”.

Una scelta che ha lasciato tutti senza parole, perché ogni anno ci si aspetta una proposta azzardata, ma non come quella di quest’anno.

Innanzitutto è la prima volta che un colore neutro come Ultimate Gray viene selezionato come colore dell’anno; ma la scelta di queste tonalità è stata frutto di analisi accurata e lunga, che vuole ridare conforto e speranza in questo periodo travagliato.

Se ripensiamo al colore annunciato per il 2020, Classic Blue, ci possiamo leggere anche un filo di premonizione. Classic Blue è stato il colore scelto per annunciare il nuovo decennio e con lui una nuova epoca di cambiamenti.

Sicuramente non erano questi i cambiamenti e le rivoluzioni che ci si aspettava, ma non si può dire che non abbia fatto centro.

Quindi ora speriamo tutti che questi due colori ci accompagnino verso un futuro roseo e sereno.

“L’unione di un colore duraturo come Ultimate Gray con un giallo vibrante come Illuminating esprime un messaggio di positività e di fermezza allo stesso tempo”, questa la dichiarazione di Leatrice Eiseman, direttore esecutivo dell’Istituto Colore Pantone.

Per una perfetta riuscita nell’uso di questi colori in casa, c’è da tenere conto di alcuni punti:

Il grigio scelto da Pantone è si un colore neutro, ma che applicato su grandi superfici può risultare comunque scuro. Quindi se l’ambiente in cui andrete ad inserirlo riceve poca luce naturale rischiate di farlo sembrare ancora più buio.

Bisogna assicurarsi che la luce artificiale garantisca il giusto illuminamento, per non affaticare gli occhi.

Anche se possono sembrare colori “eccessivi” sotto alcuni aspetti, vedrete che si tratta solo di una paura dettata da non molti esempi concreti a riguardo.

Uno degli utilizzi più frequenti dell’accoppiata grigio e giallo si vede in case dallo stile rustico e industriale. Il grigio è una base perfetta per interni che hanno caratteristiche architettoniche marcate.

Permette di inserire un tocco di colore (anche su vasta scala) che non è mai invadente e non storpia la natura costruttiva dell’ambiente in cui si inserisce.

Un grande divano grigio insieme a una coppia di poltrone gialle, il tutto unito da un tappeto grigio con accenti gialli; in questo modo si crea un punto focale che darà risalto ad un grande soggiorno con camino ad esempio, o con vista mozzafiato.

Come progettare una cabina armadio

La cabina armadio , conosciuta in inglese come walk-in closet, è una stanza armadio completamente destinata a guardaroba.

Le cabine armadio sono soluzioni d’arredo sempre più diffuse, diventano uno degli angoli più apprezzati in casa e rappresentano la soluzione perfetta per tenere scarpe e capi d’abbigliamento sempre in ordine.

Ideare una cabina armadio non è eccessivamente complicato e non occorre uno spazio enorme per realizzarla, l’importante è avere lo spazio utile per muoversi al suo interno, oltre a quello che servirà per l’allestimento dove riporre scarpe, accessori e abbigliamento.

A seconda dei gusti e delle proprie esigenze la cabina armadio si può sviluppare lungo una sola parete, un angolo, una nicchia o al centro di una stanza. Le pareti perimetrali che la ospitano possono essere realizzate in muratura, in cartongesso o con telai autoportanti in alluminio.
Una cabina armadio per essere funzionale deve consentire di posizionare giubbotti, camicie, giacche e vestiti, ma deve anche garantire il comodo passaggio all’interno di essa.

La realizzazione di una cabina armadio è strettamente legata alle dimensioni dello spazio che si ha a disposizione, spazio che può essere ricavato nella camera da letto ma anche in spazi come ripostigli, antibagni, mansarde, oppure adibire una stanza vera e propria a guardaroba.

Non esiste una dimensione standard, ma esistono delle misure minime che bisogna rispettare al fine di ottenere una corretta progettazione e realizzazione.

Le dimensioni di una cabina armadio contemporanea devono essere almeno di 2 mq, in quanto vanno rispettate le seguenti misure minime:

  • profondità minima di 120cm, di cui circa 60 cm per i mobili e 60 cm per garantire il passaggio di una persona;
  • per le scarpe e le borse gli elementi ospitanti possono essere profondi da 26 a 40 cm;
  • per appendere i vestiti corti e i giacconi, occorrono moduli alti 120/140 cm, mentre per cappotti e vestiti lunghi, invece, c’è bisogno di 160 cm di altezza;
  • per appendere giacche, gonne e pantaloni piegati su grucce, bastano moduli alti 90cm (130cm se i pantaloni vengono appesi in modo disteso);
  • per quanto riguarda la larghezza, occorrono almeno 160 cm per avere il minimo di due scomparti verticali, e, in generale se si ha spazio, è consigliabile raggiungere circa 220-260cm per avere un guardaroba capiente.

Le cabine armadio possono essere realizzate seguendo di 2 soluzioni differenti:

  • in una stanza adiacente indipendente;
  • in un vano ricavato nella camera da letto esistente.

Le soluzioni più spaziose sono quelle in cui si realizza una cabina armadio a muro oppure la cabina si ricava in una stanza adiacente la camera da letto, come un ripostiglio, una camera inutilizzata o un bagno cieco. In questo caso, a parte per l’apertura di una porta di comunicazione, allestire una cabina armadio è molto semplice e immediato

Call Now Button
Add to cart
× Scrivici Subito